“Casablanca”, 10 Curiosità e i Primi 10 minuti del celebre classico

“Casablanca”, 10 Curiosità e i Primi 10 minuti del celebre classico

Tra i film più amati del cinema, senza alcun dubbio c’è “Casablanca”, l’imperdibile ed indimenticabile celebre classico hollywoodiano, del 1942, diretto da Michael Curtiz, tratta dall’opera teatrale “Everybody Comes to Rick’s” di Rick Burnett e Joan Alison.

Protagonisti della pellicola, di cui la Warner Bros. ha rilasciato online i primi 10 minuti, due assolute stelle quali Humphrey Bogart e Ingrid Bergman.

Qui alcune curiosità.

1 Per “Casablanca” venne scelto il Marocco come luogo di ambientazione poiché rifugio storico per tutti coloro in fuga dallEuropa dai nazisti.

2 Il film è palesemente anti –nazista e lo studio Warner fu il primo a schierarsi con forza contro il regime, vietando la distribuzione dei suoi film nei paesi da questo diretti e dominati.

3 Humprey Bogard, essendo più basso di Ingrid Bergman, per tutto il film dovette indossare delle calzature munite di un rialzo, in modo da compensare la differenza. L’attore però non usò sempre lo stesso paio, di conseguenza facendo attenzione nel corso della visione si possono notare alcune variazioni nell’altezza.

4 Quando iniziarono le riprese la sceneggiatura non era ancora stata completata, e sia Bogard che la Bergman si trovarono in difficoltà non riuscendo a comprendere ed entrare a pieno nei rispettivi personaggi. In particolare la Bergman non sapeva se doveva mostrarsi più innamorata di Rick o di Victor Laszlo. Il regista le suggerì di esprimere il sentimento provato per entrambi, con un’interpretazione bilanciata.

5 Nel film, a vestire i panni dei nazisti sono tutti tedeschi ebrei fuggiti dalla Germania.

6 Inizialmente Ronald Regan avrebbe dovuto interpretare il protagonista, al quale poi fu preferito George Raft, ed infine, in seguito alla rinuncia di quest’ultimo, e al secondo rifiuto del futuro presidente degli Stati Uniti, avendo accettato di recitare in “Million Dollar Baby”, la scelta cadde di Humprey Bogard.

7 Gli sceneggiatori Julius e Philip Epstein, non avendo trovato una giusta motivazione, in grado di giustificare il non ritorno di Rick in America, lasciarono il finale aperto.

8 “Casablanca”, ottenne 8 nomination agli Oscar e portò a casa tre statuette, Miglio Film, Regia e Sceneggiatura non Originale. L’America Film Institute in oltre, nel 2007, lo inserì al terzo della classifica dei migliori film della storia del cinema. Nel 1998, era al secondo.

9 Il celebre pianoforte di Sam fu venduto ad un’asta per collezionisti cinematografici, nel dicembre 2012, alla cifra di 600.000 dollari.

10 Infine, tra le tante citazioni presenti nel film, 6 di cui sono state inserite dallAmerica Film Institute nelle migliori 100 della storia del cinema, ne abbiamo tratte alcune:

“Suonala, Sam. Suona ‘Mentre il tempo passa’” – Ilsa

“Alla tua salute, Bambina” – Rick

“Avremo sempre Parigi” – Rick Blaine

“Baciami, baciami come se fosse l’ultima volta” – Ilsa

“Fermate i soliti sospetti” – Captano Louis Renault

“Colpi di cannone! O è il mio cuore che batte?” – Ilsa

“Louis, credo che questo sia l’inizio di una bella amicizia” – Rick Blaine

“Con tutti i ritrovi che ci sono al mondo, dovevi arrivare proprio nel mio” – Rick Blaine

“Se tu restassi, un giorno saresti presa dal rimorso. Non oggi, forse nemmeno domani, ma presto o tardi e per tutta la vita” – Rick

 

© Riproduzione Riservata