Cannes 2020, annullata anche la data di giugno, al momento si valutano opzioni alternative

Cannes 2020, annullata anche la data di giugno, al momento si valutano opzioni alternative

Il Festival Internazionale di Cannes 2020, come facilmente prevedibile, in programma dal 12 al 23 maggio, dopo essere stato rinviato a causa della pandemia da Coronavirus, non si svolgerà nella data ipotizzata di fine giugno inizio luglio.

Ogni speranza infatti, è stata spazzata via dal nuovo decreto del governo francese, annunciato lo scorso lunedì sera dal Presidente della Repubblica Emmanuel Macron, che stabilisce il prolungamento dell’attuale misure di restrizione su tutto il territorio nazionale, e vieta, fino alla metà di luglio, qualsiasi evento pubblico, come festival e concerti in grado favorire, ovviamente, assembramenti.

La kermesse quindi, come dichiarato dagli organizzatori, sta ancora esplorando nuove opzioni, lasciando aperta ancora la porta prima di annullare definitivamente la prestigiosa manifestazione, anche se i vari distributori sono ansiosi di conoscere la nuova data e forma alternativa in modo da poter pianificare le uscite e la commercializzazione dei loro titoli.

La cancellazione di Cannes creerebbe un grosso buco all’interno del circuito cinematografico indipendente.

Di seguito il Comunicato Ufficiale.

“In seguito alla dichiarazione del Presidente della Repubblica di lunedì 13 aprile, abbiamo preso atto che il rinvio previsto per fine giugno, inizio luglio della 73 edizione del Festival di Cannes non è più possibile.

Difficile pensare che il Festival di Cannes possa essere organizzato, quest’anno, sotto la sua forma iniziale e originale.

Tuttavia abbiamo iniziato ieri sera delle consultazioni con professionisti, in Francia e all’estero. Essi concordano sul fatto che Cannes, strumento di sostegno essenziale all’industria cinematografica, debba continuare a studiare l’insieme di possibilità che permettano di sostenere il settore, in un modo o nell’altro.

Quando la crisi sanitaria, la cui risoluzione resta la priorità assoluta, sarà passata, bisognerà dimostrare l’importanza che il cinema, i suoi artisti, i suoi professionisti, le sue sale e il suo pubblico occupano nella nostra vita, e a questo Cannes intende contribuire. Ringraziamo tutti coloro che sono al nostro fianco.

Tutti sanno dell’incertezza che domina sulla situazione sanitaria internazionale: speriamo di poter comunicare al più presto la forma che Cannes potrà assumere in questo 2020.”

FONTE THR