“Killers of the Flowers Moon”, Scorsese starebbe trattando con Netflix ed Apple

“Killers of the Flowers Moon”, Scorsese starebbe trattando con Netflix ed Apple

A quanto pare Martin Scorsese e i suoi rappresentanti starebbero trattando con varie compagnie, tra cui Universal Studios, MGM e le piattaforme streaming Apple e Netflix, per la produzione e distribuzione nelle sale del suo ultimo film “Killers of the Flower Moon”, con protagonisti Leonardo DiCaprio, alla sua sesta collaborazione con il cineasta, e Robert De Niro.

Il progetto infatti, scritto da Eric Roth, autore di “Forrest Gump”, e “Il curioso casi di Benjamin Button”, prima del blocco causato dalla Pandemia, era in fase di sviluppo presso la Paramount, la quale non riuscirebbe a coprire gli altissimi costi di produzione superiori ai 200 milioni di dollari. Motivo per cui lo studio ha dato il via libera al regista e ai suoi consulenti di cercare altri partner, come accadde in precedenza per l’epopea drammatica di “The Irishman”, grande sconfitta agli Oscar 2020 nonostante le 10 nomination ottenute tra cui quella per il Miglior Film.

Adattamento del romanzo best seller del giornalista David Grann, del 2017, “Killers of the Flowers Moon: The Osage Murders and the Birth of the FBI”, il lungometraggio, primo western di Scorsese, racconterà la vera storia dei misteriosi omicidi, se ne stimano oltre 60, avvenuti in Oklaoma, tra il 1920 e il 1925, all’interno della tribù indiana Osage, inseguito alla scoperta di alcune scorte di petrolio presenti nel territorio. Il drammatico e delicato caso venne affidato all’FBI che si trovò a lottare contro la sua stessa corruzione. Una battaglia che si rivelò cruciale per l’ascesa del funzionario politico J. Edgar Hoover.

FONTE WSJ