Sony posticipa e annuncia le nuove date di uscita di “Morbius”, “Ghostbusters: Legacy” e degli altri titoli

Sony posticipa e annuncia le nuove date di uscita di “Morbius”, “Ghostbusters: Legacy” e degli altri titoli

L’ondata dei titoli la cui uscita è stata rinviata a causa della grave situazione dovuta dalla pandemia, non sembra fermarsi, ed ora la Sony, annuncia lo slittamento al 2021 e le nuove date di uscita di “Morbius”, “Ghostbusters: Legacy”, “Uncharted” e “Peter Rabbit 2: Un Birbante in Fuga”.

Il nuovo capitolo della celebre saga, “Ghostbusters: Legacy”, diretto da Jason Reitman, e scritto da quest’ultimo assieme a Gil Kenan, dal 10 luglio 2020 è stato posticipato al 5 marzo 2021. Al centro della storia una madre single e i suoi due figli, dopo essere arrivati in una piccola città, iniziare a scoprire la loro connessione con gli Acchiappafantasmi originali e la segreta eredità lasciata dal nonno.

Il cinecomic “Morbius”, guidato da Daniel Espinosa, inizialmente atteso per il 31 luglio 2021, arriverà nelle sale cinematografiche il 10 marzo 2021, e vedrà Jared Letonei panni di uno dei personaggi più enigmatici e tormentati della Marvel, Michael Morbius. Infetto da una rara malattia del sangue, determinato a salvare chiunque sia destinato a subire la stessa sua sorte, l’uomo tenterà una scommessa disperata, e quello che in un primo momento sembrerà essere un successo, si rivelerà ben presto un rimedio ancor più pericoloso della malattia.

L’adattamento cinematografico dell’omonima serie di videogiochi, creata da Naughty Dog, “Uncharted”, dal 5 marzo 2021 è stato rinviato all’8 ottobre 2021. Dietro la macchina presa il regista di “Venom” Ruben Fleischer, assoldato a febbraio, il quale dirigerà la versione più recente della sceneggiatura firmata da Art Marcum e Matt Holloway. Protagonisti Tom Holland e Mark Wahlberg, rispettivamente il primo nei panni del personaggio principale, il giovane cacciatore di tesori Nathan Drake, e l’altro in quelli del suo mentore.

Infine “Peter Rabbit 2: Un Birbante in Fuga”, con alla regia Will Gluck, dal 7 agosto 2020, è finito al 15 gennaio 2021. Nella nuova avventura, Bea, Thomas e i conigli ora sono una famiglia ma Peter, nonostante i suoi sforzi, non riesce a togliersi di dosso la sua reputazione di birbante. La vita fuori dal giardino lo aspetta e una fuga in città lo catapulterà in un mondo ricco di sorprese che metteranno alla prova il suo irriverente carattere. Peter dovrà scegliere che tipo di coniglio vorrà diventare da grande.

Ma non è tutto, a quanto pare anche un progetto senza titolo targato Sony/Marvel è stato posticipato a data da destinarsi, così come “Greyhound”, il dramma ambientato nel corso della Seconda Guerra Mondiale, tratto dal romanzo di C. S. Forester, “The Good Shepherd”, adattato ed interpretato daTom Hanks. Unica eccezione“Fatherhood”con Kevin Hart, che dal 15 gennaio 2021 è stato anticipato al 23 ottobre 2020.

Lo studio quindi, del resto gli altri, ha dovuto rivoluzionare il proprio calendario in virtù dell’emergenza sanitaria che ha messo il mondo in ginocchio, e sul cui termine non si possono fare previsioni.

Tra i film ad aver subito la medesima ripercussione ricordiamo anche:“Mulan” e “Black Widow”sempre Disney, “Wonder Woman 1984”,“In the Heights” e “Scoob!”,targati Warner Bros., “No Time to Die” e “Fast & Furious 9”,della Universal, e “A Quiet Place II”di Paramount,  naturalmente questo giusto per citarne alcuni.

FONTE VARIETY