“Niente di nuovo sul fronte Occidentale”, l’attore Daniel Bruhl produttore e interprete del nuovo adattamento diretto da Edward Berger

“Niente di nuovo sul fronte Occidentale”, l’attore Daniel Bruhl produttore e interprete del nuovo adattamento diretto da Edward Berger

Il romanzo classico ambientato nella Prima Guerra Mondiale, del 1929, “Niente di nuovo sul fronte Occidentale”, di Erick Maria Remarque, la cui precedente versione cinematografica diretta da Lewis Milestone vinse l’Oscar nel 1930, sta per tornare sul grande schermo con un nuovo adattamento in lingua originale tedesca.

A guidare il progetto, i cui diritti per la distribuzione internazionale sono stati acquistati da Rocket Science e Amusement Park, il regista vincitore del BAFTA e candidato agli Emmy Edward Berger.

A produrre invece l’attore Daniel Bruhl, interprete della storia. La sceneggiatura invece è stata affidata a Ian Stokell e Lesley Paterson.

La storia vede l’adolescente Paul Baumer ed i suoi amici, Albert e Muller, arruolarsi volontariamente nell’esercito tedesco animati da un forte spirito di eroismo romantico. Pieni di eccitazione e fervore patriottico, i ragazzi marciano con entusiasmo in una guerra in cui credono. Ma una volta sul fronte occidentale, scoprono l’orrore e la vera realtà della guerra, e nonostante i loro preconcetti si sbriciolino, devono continuare a combattere fino alla fine, una lotta che altro non è che il racconto straziante sull’inutilità e l’ironia del conflitto.

“’All Quiet on the Western Front’ è un film fisico, viscerale e molto moderno che non è mai stato raccontato dal punto di vista del mio paese, ed in lingua originale” – ha dichiarato Berger– “Ora abbiamo la possibilità di realizzare un film contro la guerra che toccherà davvero il nostro pubblico”.

“’All Quiet on the Western Front’, fino a oggi è davvero il romanzo che descrive perfettamente la totale insensatezza della guerra che non conosce eroe” – afferma il produttore Grunert – “Cento anni dopo la sua pubblicazione, il suo impatto emotivo non è cambiato. Nelle mani di Edward, la stria sarà una versione molto significativa e contemporanea, potente e un’impressionante esperienza cinematografica. Sono davvero entusiasta e non vedo l’ora di spendere tutta la mia energia per farlo adesso”.

FONTE THR