Toronto International Film Festival: “Joker”, “Ford v Ferrari” ed “Hustlers” tra i film in programma.

Toronto International Film Festival: “Joker”, “Ford v Ferrari” ed “Hustlers” tra i film in programma.

Grande attesa per la prossima edizione del Toronto International Film Festival! Considerato assieme alla Mostra di Venezia, la rampa di lancio per la corsa agli Oscar.

E proprio ieri la prestigiosa kermesse canadese ha svelato la sua ricca e variegata line – up.

Tra i film selezionati più attesi, l’origin story del principe del crimine, “Joker”, diretto da Todd Phillips ed interpretato da un Joaquin Phoenix lanciatissimo verso la statuetta degli Academy, e che, secondo insistenti rumors, potrebbe avere la sua world premiere proprio all’imminente 76esima edizione del Lido, in programma dal 27 agosto all’8 settembre.

Presenti anche gli interessanti progetti di: “A beautiful day in the neighborhood”, biopic sul noto conduttore televisivo statunitense Fred Rogers con Tom Hanks, e “Ford v Ferrari”, incentrato sull’epica ed accesa rivalità delle due celebri case automobilistiche, ed in particolare sul tentativo del team Ford di porre fine al dominio della Rossa di Maranello, attraverso la creazione di un nuovo modello di auto. Protagonista dell’avvincente vicenda il duo formato da Matt Damon e Christian Bale.

Altri due possibili candidati in lizza per gli Oscar, troviamo “Il cardellino”, adattamento del romanzo di Donna Tartt, con Nicole Kidman e Ansel Elgort, e “Two Popes”, ritratto di Benedetto XVI e di Papa Francesco, dalle probabile numerose sorprese, grazie soprattutto al cast di primissimo livello guidato da Jonathan Pryce ed Anthony Hopkins.

Un’edizione quindi, a detta del direttore artistico Cameron Bailey, simbolo dell’attuale cambiamento cinematografico e del movie business.

Ogni anno, registi ed attori danno vita a vere e proprie maratone pubblicitarie per mostrare i propri film e provare a costruire la campagna per gli Oscar. Tuttavia, due titoli che avrebbero avuto eccellenti possibilità di nomination non sono inclusi in programma. Stiamo parlando di “The Irishman” di Martin Scorsese e di “Piccole donne” di Greta Gerwig. Tra gli altri film in lista per Toronto, ricordiamo “Hustlers” con Jennifer Lopez e “Jojo Rabbit” di Taika Waititi. Molti di questi titoli saranno presentati come World Premiere a Toronto, mentre altri sono già passati da Cannes o passeranno da Venezia. Ad esempio, “Pain and Glory” e “Parasite” hanno già riscosso eccellenti consensi a Cannes.

Il Toronto International Film Fest si svolgerà dal 5 al 15 settembre. Al momento, il programma include 18 gala premieres e 38 special presentations.

DI SEGUITO L’ELENCO DEI TITOLI PRESENTI.

GALA PRESENTATIONS 2019

“Once Were Brothers: Robbie Robertson and The Band”, di Daniel Roher – Canada.

“Radioactive”, di Marjane Satrapi – United Kingdom.

“A Beautiful Day in the Neighborhood”, di Marielle Heller – USA.

“Abominable”, di Jill Culton – USA.

“Blackbird”, di Roger Michell – United Kingdom.

“Ford v Ferrari”, di James Mangold – USA.

“Harriet”, di Kasi Lemmons – USA.

“Hustlers”, di Lorene Scafaria – USA.

“Joker”, di Todd Phillips – USA.

“Just Mercy”, di Destin Daniel Cretton – USA.

“Ordinary Love”, di Lisa Barros D’Sa, Glenn Leyburn – United Kingdom.

“The Goldfinch”, di John Crowley – USA.

The Sky Is Pink”, di Shonali Bose – India.

“The Song of Names”, di François Girard – Canada.

“True History of the Kelly Gang”, di Justin Kurzel – Australia.

“Western Stars”, di Thom Zimny, Bruce Springsteen – USA.

“American Woman”, di Semi Chellas – Canada.

“Clemency”, di Chinonye Chukwu – USA.

SPECIAL PRESENTATIONS 2019
“A Herdade”, di Tiago Guedes – Portugal.

“Bad Education”, di Cory Finley – USA.

“Coming Home Again”, di Wayne Wang – USA/South Korea.

“The Two Popes”, di Fernando Meirelles.

“Dolemite Is My Name”, di Craig Brewer – USA.

“Ema”, di Pablo Larraín – Chile.

“Endings, Beginnings”
Drake Doremus – USA.

“Frankie”, di Ira Sachs – France/Portugal.

“Greed”, di Michael Winterbottom – United Kingdom.

“Guest of Honour”, di Atom Egoyan – Canada.

“Heroic Losers (La odisea de los giles)”, di Sebastian Borensztein – Argentina/Spain.

“Honey Boy”, di Alma Har’el – USA.

“Hope Gap”, di William Nicholson – United Kingdom.

“How to Build a Girl”
, di Coky Giedroyc – United Kingdom.

“I Am Woman”, di Unjoo Moon – Australia.

“Jojo Rabbit”, di Taika Waititi – USA.

“Judy”, di Rupert Goold – United Kingdom.

“Knives Out”, di Rian Johnson – USA.

“La Belle Époque, di Nicolas Bedos – France.

“Marriage Story”, di Noah Baumbach – USA.

“Military Wives”, di Peter Cattaneo – United Kingdom.

“Motherless Brooklyn”, di Edward Norton – USA.

“No.7 Cherry Lane, di Yonfan – Hong Kong.

“Pain and Glory”, di Pedro Almodóvar – Spain.

“Parasite (Gisaengchung)”, di Bong Joon-ho – South Korea.

“Pelican Blood (Pelikanblut), di Katrin Gebbe – Germany/Bulgaria.

“Portrait of a Lady on Fire (Portrait de la jeune fille en feu)”, di Céline Sciamma – France.

“Saturday Fiction (Lan Xin Da Ju Yuan)”, di Lou Ye – China.

“The Friend”, di Gabriela Cowperthwaite – USA.

“The Laundromat”, di Steven Soderbergh – USA.

“The Lighthouse”, di Robert Eggers – USA.

“The Other Lamb, di Malgorzata Szumowska – Belgium/Ireland/USA.

“The Painted Bird”, di Václav Marhoul – Czech Republic/Ukraine/Slovakia.

“The Personal History of David Copperfield”, di Armando Iannucci – United Kingdom.

“The Report”, di Scott Z. Burns – USA.

“Uncut Gems”, di Benny Safdie, Josh Safdie – USA.

“Weathering With You”, di Makoto Shinkai – Japan.

“While at War (Mientras Dure La Guerra), di Alejandro Amenábar – Spain/Argentina.

FONTE VARIETY.