“Spider-Man: Far From Home”: il film debutta in USA con 185 milioni di dollari

“Spider-Man: Far From Home”: il film debutta in USA con 185 milioni di dollari

Ancora una volta, ci pensano i supereroi a salvare il box-office. “Spider-Man: Far From Home”, infatti, ha debuttato in Nord America con ben 185 milioni di dollari incassati in soli sei giorni. Il primo episodio della saga dedicata all’eroe interpretato da Tom Holland ne aveva ottenuti soltanto 117 milioni. Il film è stato distribuito in occasione dell’Independence Day e ha collezionato ben 93 milioni di dollari durante il week-end.

Ma non finisce mica qui. Il cinecomic ha stabilito altri record come Miglior Martedì di sempre (38 milioni), Miglior Mercoledì per un film Marvel (27 milioni di dollari) ed il Secondo Miglior Incasso per un film uscito il 4 Luglio (25 milioni), imponendosi come la miglior apertura di sempre per Sony Pictures.

Il 23esimo film del Marvel Cinematic Universe ha totalizzato finora, 580 milioni di dollari in tutto il mondo. Aiutato da ottime recensioni, il film beneficia anche di “Avengers: Endgame” e della curiosità delle persone sull’ultimo capitolo della Fase Tre della Marvel. Protagonista della nuova avventura Peter Parker in gita di istituto in Europa, chiamato da Nick Fury, per affiancare la new entry Mysterio nell’affrontare dei pericolosi nemici. A tornare nel cast sono anche Zendaya, Cobie Smulders, Jon Favreau e Marisa Tomei. Al momento, “Far From Home” ha raggiunto la stessa cifra di “Captain Marvel” nel corso del medesimo periodo. Tra gli acquirenti dei biglietti, uomini e ragazzi rappresentano il 60% del pubblico; gli under-25 invece il 58% del totale della platea che è andata a vedere il lungometraggio.

Altra novità del weekend: “Midsommar” di Ari Aster, che ha incassato 11 milioni di dollari, che nonostante i pareri discordanti, è stato apprezzato dalla critica.

Persino, Jordan Peele ha definito “Midsommar” l’horror con cui ogni nuovo film del genere dovrà confrontarsi in futuro.

“Toy Story 4”, al suo secondo weekend, è salito a circa 650 milioni di dollari in tutto il mondo, di cui 306 in Nord-America, e 350 milioni provenienti dai mercati esteri. “Yesterday” di Danny Boyle, targato Universal, ha guadagnato 37 milioni di dollari a livello nazionale, mentre il settimo film del “The Conjuring Universe”, “Annabelle Comes Home”, ha guadagnato 135 milioni di dollari globali. Straordinario il risultato di “Aladdin”, ultimo adattamento live-action Disney che ha raggiunto la cifra di 922 milioni di dollari in tutto il mondo, affermandosi come il terzo miglior risultato dell’anno.

Al momento, la nuova release di “Avengers: Endgame” ha portato il film Marvel a soli 15 milioni di dollari dal record di “Avatar” di James Cameron. A questo punto, è quasi fatta. Nelle prossime settimane, arriveranno al cinema anche “The Lion King” ed “Hobbs & Shaw”.

 FONTE VARIETY.