fbpx
Ron Howard spiega le possibili cause relative alla delusione di “Solo: A Star Wars Story”.

Ron Howard spiega le possibili cause relative alla delusione di “Solo: A Star Wars Story”.

Ron Howard spiega le possibili cause relative alla delusione di “Solo: A Star Wars Story”.

Ron Howard ha spiegato le possibili cause della deludente performance al box-office di “Solo: A Star Wars Story”. Il regista Premio Oscar, attualmente impegnato nella promozione del suo documentario su Pavarotti, ha infatti attribuito parte delle responsabilità all’eccessivo trolling, considerandolo un fattore cruciale per il fallimento del film, dal processo creativo molto divertente.

Secondo Howard, la storia era troppo nostalgica e si è sbagliata anche la data d’uscita. Partendo da un budget di circa 275 milioni di dollari, “Solo: A Star Wars Story”, quinto episodio della saga distribuita a partire dal 2015, ne ha incassati 393 in tutto il mondo, a differenza di “Rogue One” che nel 2016 incassò poco più di 1 miliardo di dollari.

Durante l’intervista, Ron Howard ha discusso anche della crescita di potere della TV e di alcuni suoi lavori precedenti, ammettendo al momento di guardare più serie TV che cinema. Tra i suoi futuri progetti, ricordiamo una serie sequel di “Willow”, inoltre il filmmaker ha svelato di lavorare allo sviluppo di un musical animato, mentre il suo prossimo lungometraggio sarà “Hillibilly Elegy” con Amy Adams, Glenn Close, Haley Bennett e Gabriel Basso.

FONTE DEADLINE.