fbpx
“Always be my maybe”: come Ali Wong e Randall Park hanno convinto Keanu Reeves ad interpretare sé stesso.

“Always be my maybe”: come Ali Wong e Randall Park hanno convinto Keanu Reeves ad interpretare sé stesso.

“Always be my maybe”: come Ali Wong e Randall Park hanno convinto Keanu Reeves ad interpretare sé stesso.

Nella rom-com firmata Netflix, Keanu Reeves interpreta una versione estremamente comica di sé stesso, alle prese con un minuscolo pasto in un ristorante di lusso mentre si vanta delle sue esperienze nei numerosi blockbuster hollywoodiani.

Il film è diretto da Nahnatchka Khan e racconta la storia di due migliori amici d’adolescenza che provano a ravvivare il loro rapporto dopo 16 anni di separazione, seguendo i tre uomini che hanno catturato l’attenzione di Khan: il proprietario di un ristorante altolocato, l’amico middle-class d’infanzia e naturalmente….Keanu Reeves! Il quale, come affermato dallo stesso regista, sceglie sempre un progetto in base alle persone che vi prendono parte, al soggetto e per l’appunto al regista.

Ad aver lanciato l’idea di introdurre Keanu nel cast è stato Khan assieme al team degli sceneggiatori, e nel momento in cui questo ha realmente firmato, le crew artistiche e tecniche stentavano a credere che stesse realmente avvenendo tutto ciò.

FONTE THE HOLLYWOOD REPORTER.