fbpx
NASTRI D’ARGENTO 2019: domina “Il Traditore” con 11 nomination – Tutte le Candidature.

NASTRI D’ARGENTO 2019: domina “Il Traditore” con 11 nomination – Tutte le Candidature.

NASTRI D’ARGENTO 2019: domina “Il Traditore” con 11 nomination – Tutte le Candidature.

Rivelate le nomine per i Nastri d’Argento 2019, i cui riconoscimenti verranno assegnati, come di consueto, dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, nel corso della cerimonia di premiazione, in programma il prossimo 19 giugno, al Teatro Antico di Taormina.

A dominare, con ben 11 candidature, il film di Marco Bellocchio “Il Traditore”, fresco del successo riscosso alla recente 72esima edizione del Festival di Cannes, da poco terminata, ed attualmente nelle sale cinematografiche.

A seguire “Il Primo Re”, di Matteo Rovere con 8, “La Paranza dei Bambini”, di Claudio Giovannesi, Orso d’Argento per la Miglior Sceneggiatura alla Berlinale 2019, e “Il Vizio della Speranza”, di Edoardo De Angelis, Miglior Film alla passata Festa del Cinema di Roma.

DI SEGUITO TUTTE LE CANDIDATURE.

MIGLIOR FILM.

“Euforia”.

“Il primo re”.

“Il Traditore”.

“La Paranza dei Bambini”.

“Suspiria”.

MIGLIOR REGISTA.

Marco Bellocchio, per “Il Traditore”.

Edoardo De Angelis, per “Il vizio della speranza”.

Claudio Giovannesi, per “La paranza dei bambini”.

Valeria Golino, per “Euforia”.

Luca Guadagnino, per “Suspiria”.

Mario Martone, per “Capri – Revolution”.

Matteo Rovere, per “Il Primo Re”.

MIGLIOR REGISTA ESORDIENTE.

Leonardo D’Agostini, per “Il Campione”.

Ciro D’Emilio, per “Un giorno all’improvviso”.

Margherita Ferri, per “Zen sul ghiaccio sottile”.

Valerio Mastandrea, per “Ride”.

Michela Occhipinti, per “Il corpo della Sposa”.

MIGLIOR SOGGETTO.

Carla Cavalluzzi, Diego De Silva, Angelo Pasquini,

Sergio Rubini, per “La prima pietra” e “Il Grande Spirito”.

Stefano Massini, Andrea Bassi, Nicola Guaglianone, Menotti, per “Non ci resta che il crimine” e “Ovunque proteggici”.

Bonifacio Angius, Paola Randi, per “Tito e gli alieni”.

MIGLIOR SCENEGGIATURA.

Francesca Marciano, Valia Santella, Valeria Golino

Con la collaborazione di Walter Siti, per “Euforia”.

Edoardo De Angelis, Umberto Contarello, per “Il vizio della speranza”.

Marco Bellocchio, Ludovica Rampoldi, Valia Santella, Francesco Piccolo

Con la collaborazione di Francesco Licata, per “Il Traditore”.

Maurizio Braucci, Roberto Saviano, Claudio Giovannesi, per “La Paranza dei Bambini”.

Roberto Andò, Angelo Pasquini con la collaborazione di Giacomo Bendotti, per “Una storia senza nome”.

MIGLIOR COMMEDIA.

“Bangla”, di Phaim Bhuiyan.

“Bentornato Presidente!”, di Carlo Fontana, Giuseppe G. Stasi.

“Croce e Delizia”, di Simone Godano.

“DolceRoma”, di Fabio Resinaro.

“Troppa Grazia”, di Gianni Zanasi.

MIGLIOR PRODUTTORE.

Bibi Film, per “Ricordi?”, “Una storia senza nome”, “Lo Spietato”.

Groenlandia Film, per “Il Primo Re”, “Il Campione”.

IBC Movie – Kavak Film, per “Il Traditore”.

Indigo Film, per “Capri-Revolution”.

Palomar, per “La Paranza dei Bambini”.

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA.

Alessandro Borghi, per “Il Primo Re”.

Andrea Carpenzano, per “Il Campione”.

Pierfrancesco Favino, per “Il Traditore”.

Marco Giallini – Valerio Mastandrea, per “Domani è un altro giorno”.

Riccardo Scamarcio, per “Euforia”, “Il Testimone invisibile”, “Lo Spietato”.

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA.

Anna Foglietta, per “Un giorno all’improvviso”.

Marianna Fontana, per “Capri-Revolution”.

Micaela Ramazzotti, per “Una storia senza nome”.

Thony, per “Momenti di trascurabile felicità”.

Pina Turco, per “Il vizio della speranza”.

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA.

Stefano Accorsi, per “Il Campione”.

Alessio Lapice, per “Il Primo Re”.

Luigi Lo Cascio, Fabrizio Ferracane, per “Il Traditore”.

Edoardo Pesce, per “Non sono un Assassino”.

Benito Urgu, per “L’uomo che comprò la luna”.

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA.

Marina Confalone, per “Il vizio della speranza”.

Isabella Ferrari, per “Euforia”.

Valeria Golino, per “I Villeggianti”.

Maria Paiato, per “Il Testimone invisibile”.

Anna Ferzetti, per “Domani è un altro giorno”.

MIGLIOR ATTORE DI COMMEDIA.

Stefano Fresi, per “C’è tempo”, “L’uomo che comprò la luna”.

Paolo Calabresi, Guglielmo Poggi, per “Bentornato Presidente!”.

Corrado Guzzanti, per “La prima pietra”.

Fabio De Luigi, per “10 giorni senza mamma”, “Ti presento Sofia”.

Fabrizio Bentivoglio, Alessandro Gassmann, per “Croce e Delizia”.

MIGLIOR ATTRICE DI COMMEDIA.

Margherita Buy, per “Moschettieri del Re”.

Paola Cortellesi, per “Ma cosa ci dice il cervello”.

Lucia Mascino, per “Favola”, “La prima pietra”.

Paola Minaccioni, Carla Signoris, per “Ma cosa ci dice il cervello”.

Alba Rohrwacher, per “Troppa Grazia”.

MIGLIOR FOTOGRAFIA.

Daniele Ciprì, per “Il primo re”, “La Paranza dei Bambini”.

Daria D’Antonio, per “Ricordi?”.

Michele D’Attanasio, per “Capri-Revolution”.

Alberto Fasulo, per “Menocchio”.

Vlada Radovic, per “Il Traditore”.

MIGLIOR SCENEGGIATURA.

Giancarlo Muselli, per “Capri – Revolution”.

Dimitri Capuani, per “Favola”.

Carmine Guarino, per “Il vizio della speranza”.

Tonino Zera, per “Moschettieri del Re”.

Daniele Frabetti, per “La Paranza dei Bambini”.

MIGLIOR COSTUMI.

Giulia Piersanti, per “Suspiria”.

Alessandro Lai, per “Moschettieri del Re”.

Alberto Moretti, per “Non ci resta che il crimine”.

Ursula Patzak, per “Capri – Revolution”.

Daria Calvelli, per “Il Traditore”.

MIGLIOR MONTAGGIO.

Giorgio’ Franchini, per “Euforia”.

Francesca Calvelli, per “Il Traditore”.

Giuseppe Trepiccione, per “La Paranza dei Bambini”.

Walter Fasano, per “Suspiria”.

Desideria Rayner, per “Ricordi?”.

MIGLIOR SONORO DI PRESA DIRETTA.

Alessandro Zanon, per “Capri-Revolution”.

Angelo Bonanni, per “Il Primo Re”.

Gaetano Carito e Adriano Di Lorenzo, per “Il Traditore”.

Emanuele Cicconi, per “La Paranza dei Bambini”.

Vincenzo Urselli, per “Il vizio della speranza”.

MIGLIOR COLONNA SONORA.

Gratis Dinner, (Checco Zalone) per “Moschettieri del Re”.

Danilo Rea, per “C’è tempo”.

Enzo Avitabile, per “Il vizio della speranza”.

Andrea Farri, per “Il Primo Re”.

Nicola Piovani, per “Il Traditore”.

MIGLIOR CANZONE ORIGINALE.

La vitaaa – scritta e interpretata da Tony Tammaro, (Achille Tarallo).

L’anarchico – di Giulio Base e Sergio Cammariere

Interpretata da Sergio Cammariere, per “Il banchiere anarchico”.

A’ speranza – autore e interprete Enzo Avitabile, per “Il vizio della speranza”.

Nascosta in piena vista – scritta e interpretata da I Cani (Niccolò Contessa) per “Troppa Grazia”.

Tic tac di Matteo Buzzanca e Lorenzo Vizzini – interpretata da Barbora Bobulova, per “Saremo giovani e bellissimi”.

FONTE COMINGSOON.IT.