“IT: CHAPTER II”, prima scena mostrata al CinemaCon

“IT: CHAPTER II”, prima scena mostrata al CinemaCon

Basato su uno dei romanzi più terrificanti dello scrittore horror per eccellenza Steven King, pubblicato nel 1986, sono state proiettate al CinemaCon di Las Vegas, attualmente in corso, le prime sconcertanti immagini del secondo atteso capitolo con protagonista il cruento clown Penniwise: “IT: CHAPTER TWO”, diretto, come il precedente lungometraggio del 2017, dal successo di 700 milioni di dollari al botteghino mondiale, da Andy Muschietti.

A vestire i panni della mostruosa figura, appartenuta a Tim Curry nella celebre miniserie tv del 1990, ancora Bill Skarsgard.

La vicenda ambientata negli anni ’50 fino ai giorni nostri, segue un gruppo di amici, dall’infanzia e all’età adulta, impegnati a lottare contro un antico demonio che li perseguita, dalle spaventose sembianze di un pagliaccio mutaforma che si nutre di bambini. Ora, nel seguito del 2019, i componenti del club dei perdenti, oramai adulti, sono pronti a porre fine alla battaglia con la creatura che li ha tormentati durante tutta la loro giovinezza.

Interpreti dei personaggi cresciuti: Bill Hader, Jessica Chastain, Isaiah Mustafa, Jay Ryan, Andy Bean, James Ransone e James McAvoy.

La scena estesa presentata in anteprima  dallo stesso regista martedì scorso, vede Beverly Marsh/Jessica Chastain, tornare all’appartamento della propria infanzia a Derry in cerca del padre, ed essere accolta da un’anziana signora, che la informa della morte del genitore avvenuta ormai da diversi anni.

La vecchietta la invita ad entrare per bere qualcosa, e le chiede se l’appartamento è come lo ricordava, lei risponde semplicemente: “E’ molto più pulito”.

In attesa del tè, Beverly comincia a guardarsi attorno, e la sua attenzione viene catturata da una vecchia cartolina che le era stata data da Ben quando era una giovane ragazza, sorridendo la legge tornando indietro nel tempo.

L’anziana torna con la bevanda calda, mette un po’ di musica di sottofondo, e Beverly voltandosi verso la finestra nota una particolare concentrazione di insetti, la signora prontamente si scusa dicendo: “E’ quel particolare periodo dell’anno, è così caldo che ti sembra di morire” – e aggiunge – “Nessuno muore veramente a Derry”, frase che mette in agitazione Beverly, facendole temere di avere di fronte il diabolico Pennywise. La signora domanda come mai del ritorno in città, ma la conversazione viene interrotta dal ronzio del forno in cui stanno cuocendo i biscotti, dolci che la vecchietta vuole assolutamente che Beverly assaggi.

Nell’aspettare i biscotti della padrona di casa, Beverly si sofferma sulle foto di famiglia di quest’ultima, e nota l’inquietante presenza nell’immagine di una figura del volto umano del clown. Nel raccontare la storia del proprio padre entrato a far parte di un circo, la vecchietta inaspettatamente, inizia a muoversi ripetutamente con raccapricciante velocità sovrannaturale, per tenerla sotto controllo.

Tornata dalla cucina, la donna afferma di essere sempre stata “la bambina di papà”, con un ghigno agghiacciante, si avvicina alla ragazza dicendo: “E tu? Sei ancora la bambina di papà?”, riferendosi chiaramente agli abusi subiti da questa, ed inizia ad inseguirla.

Termina così la visione del primo filmato dell’atteso film, con dei flash di Pennywise che mentre volteggia sui partecipanti di un carnevale, stringendo a sè i palloncini rossi, si presenta ad un bambina con un sinistro “Ciao”.

FONTE SR