fbpx
“BOHEMIAN RHAPSODY”, in programma il possibile sequel del pluripremiato biopic.

“BOHEMIAN RHAPSODY”, in programma il possibile sequel del pluripremiato biopic.

“BOHEMIAN RHAPSODY”, in programma il possibile sequel del pluripremiato biopic.

Nonostante l’acclamato biopic sulla celebre band dei Queen, e sul suo frontman Freddie Mercury, “BOHEMIAN RHAPSODY”, terminando con il concerto del Live Aid del 1985, prima della lotta dell’iconica star contro la malattia e della sua morte avvenuta nel 1991, non lasci spazio per un possibile sequel, il produttore Rudi Dolezal, annuncia l’arrivo di un secondo capitolo.

Dolezal, infatti ne dichiara la preparazione, anticipando che la storia potrebbe avere come punto di partenza proprio l’epico concerto, per poi concentrarsi sull’ultimo periodo della vita della star, quando in seguito all’inevitabile aggravarsi della sua salute, trascorse gli ultimi sei anni lontano dai riflettori, continuando in ogni caso a lavorare, come dimostrano le registrazioni e pubblicazioni nel 1989 e 1991, dei progetti, non di particolare successo, “The Miracle” e “Innuendo”.

L’idea di un nuovo progetto, con al centro sugli anni più duri della star è difficile da immaginare, dopo la decisione da parte della stessa Regina di vietare la versione originale del precedente lungometraggio, ritenuta oltraggiosa, e riducendone, di conseguenza, gli argomenti relativi all’omosessualità e all’Aids. Non ancora contattato il protagonista vincitore dell’Oscar alla recente cerimonia, come Miglior Attore, Rami Malek.

FONTE CoS.