fbpx
“CAPTAIN MARVEL”: la recensione del cinecomic al cinema dal 6 marzo.

“CAPTAIN MARVEL”: la recensione del cinecomic al cinema dal 6 marzo.

“CAPTAIN MARVEL”: la recensione del cinecomic al cinema dal 6 marzo.

L’attrice premio Oscar Brie Larson, vista anche in “Room” e “Kong: Skull Island”, è Captain Marvel, nell’omonimo cinecominc Marvel, nelle sale cinematografiche italiane dal 6 marzo distribuito da Walt Disney Company Italia.

Scritto e diretto dai registi/sceneggiatori Anna Boden e Ryan Fleck, “Mississippi Grind e Half Nelson”, il film segue le vicende di Carol Danvers, e del percorso che la porterà a divenire non solo, uno degli eroi più potenti dell’universo quando la Terra viene coinvolta in una guerra galattica tra due razze aliene, bensì l’eroe donna che forse mancava in questo Universo Marvel.

Un’avventura completamente nuova, che attraverso una narrazione basica ed una rappresentazione ricca di elementi iconici degli anni ’90, periodo di ambientazione della vicenda, astutamente, mostra al pubblico, in modo dinamico, le origini e l’affermazione di una figura femminile, conferendole quella forza e determinazione tale da permetterle di imporsi e contrastare un mondo maschile, rivendicando il proprio ruolo e spazio, ed aver l’obbligo, come lei stessa conferma, di dover dimostrare il proprio valore.

Una costruzione e sviluppo accurato e ben studiato, che riesce nell’intento di dar vita ad un personaggio concreto, tanto fragile ed insicuro, quanto sprezzante ed invincibile, in grado di racchiudere e sottolineare ulteriormente con un pungente, incisivo sarcasmo, importanti problematiche odierne, dai chiari dettagli e riferimenti, quali l’immigrazione, la discriminazione e la mancanza di rispetto e considerazione nei confronti del così detto sesso debole.

Aspetto questo assolutamente vincente, che conquisterà sicuramente le fanciulle, più o meno giovani, permettendo loro finalmente la possibilità, a cui né anche i cugini della DC con Wonder Woman si erano avvicinati, di potersi immedesimare in una vera eroina, alla pari, e per alcuni versi superiore, dei celebri colleghi uomini, offrendo la certezza di inaspettati scenari. Nel frattempo non ci resta che attendere di rivederla in azione al fianco dei vendicatori in: “Avengers Endgame”, il prossimo aprile.

© Riproduzione Riservata