“L’ESORCISMO DI HANNAH GRACE”: la clip “I CADAVERI NON RESPIRANO”, dell’horror al cinema dal 31 gennaio

“L’ESORCISMO DI HANNAH GRACE”: la clip “I CADAVERI NON RESPIRANO”, dell’horror al cinema dal 31 gennaio.

“L’esorcismo di Hannah Grace”, il nuovo horror diretto da Diederik Van Rooijen, al cinema dal 31 gennaio distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia in 270 copie. Protagonista del film, nel ruolo di Megan Reed, l’attrice e modella canadese, star di “Pretty Little Liars”, Shay Mitchell.

Nel film una serie di eventi soprannaturali metteranno a repentaglio la vita di Megan, una ex-poliziotta caduta in disgrazia. Nel cast anche Grey Damon, “Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo – Il mare dei mostri”, Stana Katic, “Castle”, e Kirby Johnson.

Per Shay Mitchell il ruolo di Megan è stata una singolare opportunità di interpretare un personaggio complesso in grado di tirare fuori enorme coraggio in situazioni complicate. “Megan prova a sé stessa che ce la può fare. Per ognuno di noi il turno di notte in un obitorio sarebbe un lavoro troppo isolante, ma non per Megan, nonostante abbia appena superato un periodo molto instabile della sua vita. Penso che essere circondati costantemente da cadaveri per lei sia una condizione stranamente confortevole” – racconta l’attrice, che aggiunge – “Ma quando le cose iniziano a farsi difficili nell’obitorio, la sua insicurezza verrà fuori e complicherà la situazione”.

I produttori Todd Garner e Sean Robins, per la regia del film hanno subito pensato al filmmaker olandese Diederik van Rooijen, alla sua prima esperienza Hollywoodiana ma già autore di diverse pellicole nel suo paese. Van Rooijen è cresciuto guardando classici dell’horror come “Shining”, “Halloween” e “Hellraiser”. “Li ho visti tutti e forse ero ancora troppo giovane per guardarli! Ho visto molti film horror ma non ho mai avuto la possibilità di girare un film di questo genere” – spiega van Rooijen, che aggiunge – “Avere qualcuno bloccato li, faccia a faccia con i suoi demoni interiori, e con il vero demone, è la cosa che più ho apprezzato nello script. Ho voluto catturare la solitudine di quel momento, il tempo passa molto lentamente quando sei in questo genere di situazioni”.

QUI LA CLIP “I CADAVERI NON RESPIRANO”.

La Redazione.