CATE BLANCHETT: PROTAGONISTA DEL PRIMO INCONTRO RAVVICINATO DELLA FESTA DEL CINEMA DI ROMA

CATE BLANCHETT: PROTAGONISTA DEL PRIMO INCONTRO RAVVICINATO DELLA FESTA DEL CINEMA DI ROMA.

CATE BLANCHETT, una delle interpreti più intense e raffinate del cinema contemporaneo, due volte Premio Oscar, ha inaugurato il programma degli Incontri Ravvicinati della Tredicesima Edizione della Festa del Cinema di Roma, ripercorrendo con il pubblico la sua straordinaria carriera.

Premiata dall’Academy per le interpretazioni in “The Aviator” di Martin Scorsese e “Blue Jasmine” di Woody Allen, volte candidata all’Oscar dal 1999 a oggi, Cate Blanchett vanta un’eccezionale lista di collaborazioni, da Steven Spielberg a Peter Jackson, da Wes Anderson a Ron Howard, da David Fincher a Steven Soderbergh, da Shekhar Kapur a Todd Haynes.

Alla Festa del Cinema l’attrice australiana ha parlato anche della sua attività quotidiana nell’ambito delle iniziative sociali e ambientali, nel 2016 infatti, l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati l’ha nominata Goodwill Ambassador per il suo impegno umanitario.

La Blanchett è inoltre protagonista del nuovo film di Eli Roth, “THE HOUSE WITH A CLOCK IN ITS WALLS”, presentato alla Festa del Cinema.

Il film racconta l’avventura magica e misteriosa di un ragazzino i 10 anni, Lewis Barnavelt (Owen Vaccaro di “Daddy’s Home, Mother’s Day), che si trasferisce a vivere nella casa vecchia e scricchiolante dell’eccentrico zio Jonathan (Jack Black di “Jumanji: Benvenuti nella giungla, Piccoli Brividi). In questa strana dimora si nasconde un mondo segreto ricco di magie, misteri, streghe e stregoni che si rivelerà quando Lewis scoprirà che suo zio e la sua migliore amica Mrs Zimmerman (Cate Blanchett), sono due potenti maghi che lo coinvolgeranno in una missione segreta: scoprire l’origine e il significato del ticchettio di un orologio nascosto da qualche parte nei muri di casa..

Queste le parole del regista.

Volevo che questo film facesse molta paura, e penso che ci si possa divertire e spaventare allo stesso tempo, film come Gremlins ed E.T. lo hanno dimostrato. E’ una storia che racconta come, quando accadono cose terribili, alcuni vogliono andare avanti e affrontarle, mentre altri vorrebbero tornare indietro nel tempo per non farle succedere. E’ un vero film horror per ragazzi e famiglie”.

La Redazione.