Nastri Doc 2018-Il Signor Rotpeter nella cinquina finalista dei DOCUFILM e Premio Speciale a Marina Confalone

Doppio riconoscimento de il Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici italiani a Il Signor Rotpeter di Antonietta De Lillo. Il film oltre ad essere stato inserito nella cinquina dei migliori DOCUFILM realizzati l’anno scorso si porta a casa il Premio Speciale per la straordinaria interpretazione di Marina Confalone.

Dopo il successo ottenuto alla 74° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia prosegue la gloriosa vita di Il Signor Rotpeter con queste importanti affermazioni. L’apprezzamento da parte dei giornalisti cinematografici italiani di questo lavoro così difficilmente classificabile, incentrato su una perfomance d’attrice eccezionale, aggiunge un tassello fondamentale al percorso sorprendente e innovativo di Antonietta De Lillo.

“Il Premio Speciale conferito a Marina Confalone mi rende particolarmente orgogliosa del lavoro fatto su Il Signor Rotpeter. Ringrazio Marina per la sua generosità e il suo talento che, oltre ad aver dato vita ad un interpretazione commovente, mi ha permesso di esprimere la mia idea di cinema. Il Signor Rotpeter è un oggetto inafferrabile, narra della vita di una creatura nata dalla penna di Kafka, a cui Marina a dato corpo e voce. Una scimmia che, suo malgrado, diventa umana e che in una narrazione fantastica vive in un contesto assolutamente realistico. Il Signor Rotpeter esprime la mia idea di cinema grazie a questa dualità. Una rappresentazione di fantasia che racconta però la realtà, la vita la quotidianità. E’ una realtà che attraverso un archetipo irreale, fantastico racconta i nostri stati d’animo. Quindi un ringraziamento doveroso e sentito a tutti quelli che hanno votato per Il Signor Rotpeter e che hanno pensato di conferire a Marina Confalone questo Premio Speciale.”

Antonietta De Lillo.

La Redazione.