Maze Runner-La Rivelazione di Wes Ball

Maze Runner-La Rivelazione, titolo originale The Death Cure, dall’omonimo racconto del 2011, vede Thomas (Dylan O’Brien) e i Radurai, il gruppo di adolescenti in fuga  nel deserto  dopo essere sopravvissuti alla prigionia della Radura, unirsi ai Ribelli del Braccio Destro nella speranza di  salvare l’amico Minho (Ki  Hong Lee), catturato dalle truppe W.C.K.D. nel corso della precedente missione, e, naturalmente, finito nelle mani della CATTIVO. Thomas, irrompendo nella blindata leggendaria Ultima Città, affronterà nuove pericolose sfide, apparentemente insormontabili, pur di trovare la cura al virus che stà devastando l’intero pianeta, imprevisti che metteranno in discussione non solo i vari e differenti legami affettivi, bensì la loro stessa vita.

In Maze Runner-La Rivelazione, terzo, ed ultimo, capitolo della saga ispirata ai romanzi fantascientifici, ambientati in un futuro distopico, dello scrittore americano James Dashern, a conquistare il centro della scena, come nei precedenti primi racconti, Maze Runner- Il labirinto e Maze Runner-La fuga, alla cui regia troviamo sempre Wes Ball, è innegabilmente la componente adrenalinica delle numerose azioni, attraverso episodi surreali, ricchi di concitata tensione, i quali sottolineando l’intrigante elemento thriller, caratterizzano l’intera avvincente trilogia.

La sceneggiatura, dalla narrazione non sempre lineare, scritta da T.S. Nowlin, pur non presentando risvolti e colpi di scena originali, affronta, sfiorando superficialmente, temi quali l’amicizia, il coraggio e l’amore, curando adeguatamente la costruzione di vicende e personaggi, permettendo loro di emergere individualmente in modo definito, grazie anche alla bella fotografia di Gyulia Pados, mentre il ritmo vivace, dei vari momenti, è scandito dalle musiche della colonna sonora di John Paesano. Tuttavia, nonostante i buoni presupposti creati dall’accattivante coinvolgimento, suscitato in gran parte della spettacolarità delle scene data degli effetti speciali, opera di Bean Eadie e Cordell McQeen, la pellicola è fortemente penalizzata dall’eccessivo dilungarsi nella descrizione di alcuni eventi, non favorendo, di conseguenza, il giusto contatto con la storia.

Maze Runner-La Rivelazione, nel cui cast figurano: Kaya Scodelario, Thomas Brodie Sangster, Nathalie Emmanuel, Aidan Gillen, Giancarlo Esposito, Katherine McNamara, Walton Gogging, Rosa Salazar, Patricia Clarkson, Barry Pepper, Jacob Lofland e Dexter Darden, distribuito dalla 20th Century Fox, nel complesso è un finale soddisfacente, sarà nelle sale cinematografiche dal 1 febbraio 2018.

 

© Riproduzione Riservata