Il Vegetale – Incontro Stampa

Il regista Gennaro Nunziante assieme agli interpreti protagonisti, Fabio Rovazzi, giovane youtuber noto al pubblico per i successi “Andiamo a comandare” e “Tutto molto interessante”, e Luca Zingaretti, ha presentato a Roma, in occasione della proiezione stampa, il suo ultimo lavoro: Il Vegetale, pellicola dai buoni e positivi propositivi, che intrattiene piacevolmente grazie ad un ironia semplice, umile e pulita, con alla base  il concetto di riconciliazione, il cui significato, purtroppo, come affermato dallo stesso regista, non è ancora stato ben compreso.

A rompere il ghiaccio è Rovazzi, con una breve parentesi in cui ribadisce la sorpresa per l’inaspettato successo ottenuto come cantante, in particolare dell’attenzione dimostrata da parte del pubblico, sincero e spontaneo, dei più piccoli, affermando, per quanto riguarda il film, di aver incontrato la sua maggior difficoltà nello scindere, e, successivamente, abbandonare, giustamente, il personaggio del cantante per vestire adeguatamente il ruolo dell’attore, attraverso un approccio differente sia fisico che psichico, ed essere molto soddisfatto del risultato raggiunto.

L’incontro ha inizio con la prima domanda rivolta al regista Gennaro Nunziante.

Domanda – “Per alcuni aspetti il film ricorda molto le tematiche affrontate nei successi di Checco Zalone, è stato voluto e in oltre quali  affinità ci sono tra quest’ultimo e Rovazzi ? “-

Nunziante– “No, non ci sono affinità, Checco Zalone e Fabio Rovazzi sono due cose differenti. L’dea di rendere Fabio protagonista di una vicenda comica, mi è venuta dopo aver visto su internet il suo video “Tutto molto interessante”, sono stato colpito così tanto dal suo volto pieno di potenziale, tanto da chiamarlo per esporgli il progetto, ed insieme abbiamo lavorato alla costruzione del suo percorso, è stato un lavoro di squadra ed sintonia.-

Domanda – “Come è nata la coppia Rovazzi / Zingaretti, e che tipo di rapporto si è creato?”-

Zingaretti – “E’ vero siamo una coppia decisamente atipica, con Fabio ci siamo divertiti molto,  e nonostante la differenza di età è nata un amicizia anche fuori dal set, è stata una bella esperienza, ora speriamo di far divertire il pubblico.”-

Rovazzi– “Per me è stato uno scambio equo, lui mi ha insegnato come si recita ed io come si fa un instagram-story.”-

Nunziante– “In Italia è importante non eccedere altrimenti si rischia di cadere nel cattivo gusto, cosa che accade spesso, per questo a me piace lavorare con professionisti capaci di comprendere fin dove è il caso di spingersi, con Luca è stato così, è stato sempre attento all’intero film, aiutando di conseguenza anche Fabio con umiltà.”-

Domanda -“Come mai non è stato dedicato uno spazio per poter permettere a Rovazzi di esprimersi con il canto?”.-

Nunziante“Perché non mi interessa dare al pubblico qualcosa di scontato, lo deluderei, né fare qualcosa solo per piacere ad esso, così come non mi interessava il Rovazzi cantante, Fabio è stato chiamato per fare altro ovvero l’attore.”-

Rovazzi “Sono molto contento di non essere stato scelto per la” maschera” vista su youtube, non volevo sfruttare ciò che ho costruito in passato, Il Vegetale segna l’inizio si qualcosa di nuovo per me, e sono contento che Gennaro abbia il mio stesso pensiero.”-

Si conclude con la domanda a Rovazzi, su un suo possibile futuro da regista.

Rovazzi -“In questo momento non ci penso, vorrei prima formarmi bene, procedere a piccoli passi prima di poter fare qualcosa di mio.”-

Il Vegetale arriverà nelle sale cinematografiche il 18 gennaio 2018.

 

© Riproduzione Riservata